Venerdì pomeriggio dovevamo partecipare al concorso…..

All’ora di pranzo sono arrivate anche le altre bambine che dovevano esibirsi con noi. Dopo aver pranzato siamo andate a vedere il posto in cui ci dovevamo esibire, poi subito a fare le prove fino a quando non era il nostro turno. Ci siamo cambiate in un piccolo e stretto camerino, subito dopo siamo andate dietro le quinte e lì non dovevamo fare il minimo rumore per non disturbare gli altri concorrenti che si stavano esibendo. Quando è arrivato il nostro turno eravamo molto agitate ma pronte a dare il meglio di noi. Appena le luci si sono abbassate, siamo entrate silenziosamente sul palcoscenico; davanti a noi c’era la giuria pronta a giudicarci e tantissime persone a guardarci. Sul palco l’agitazione se ne è andata in un batter d’occhio e abbiamo ballato dando il massimo. Alla fine tutti ci hanno applaudito. Dopo l’esibizione io sono andata insieme alla mia famiglia a fare un giro in una grande fiera e poi siamo tornati sul palcoscenico per le premiazioni. Quando un giudice ha detto il nome della nostra scuola si sono alzate le nostre urla di felicità e gioia! Quell’ esperienza è stata fantasica e quando è arrivato il momento di andare via non volevo più spostarmi da quella città (Firenze).

S.Z.

utente6 post